Storia

Il Liceo “Camillo Golgi” di Breno è una realtà educativa camuna fiorente ed in continua evoluzione che desidera promuovere cultura, diffondere idee e creare il più vasto ventaglio di opportunità possibile per le centinaia di studenti che ne fanno parte. Il “neonato” Liceo Musicale, con sede a Darfo B. T., festeggia in questo anno scolastico il suo primo quinquennio: la nascita e la costruzione di un indirizzo di studi così complesso e articolato è stata una vera e propria sfida che, ad oggi, ha il sapore di una scommessa vinta. Doveroso, dunque, celebrarla attraverso iniziative culturali che diano spazio e risalto a tutto ciò di cui la nostra realtà scolastica è composta e che intende rappresentare: il valore e la forza dei giovani studenti, la cultura e le tradizioni del nostro territorio, il confronto che si fa occasione di crescita e spinta verso il futuro.


LA VALLE CAMONICA

http://www.turismovallecamonica.it

Welcome to Valle Camonica: the Valley of Landmarks

Valle Camonica is a land of tales:
for thousands of years men left here,
on the stone of these mountains,
the mark of their presence,
of a passage,
a meeting.

Known worldwide for its rock art, recognized as World Heritage Site by Unesco, Valle Camonica has always been synonym with Culture, Art and History. In addition to the invaluable archaeological heritage of Roman Age, the very beautiful churches frescoed by great artists of the Renaissance, the numerous medieval villages and castles, and an operative museum system, Valle Camonica also means Nature and Sport, thanks to the presence of important Ski areas, the cycle track along the Oglio River and the numerous routes for mountain bike, in a diversified landscape, from the glacier to the lake, characterized by 55% of protected surface, kept by the Nature Network of Valle Camonica, where the Parks of Adamello and Stelvio stand out, allowing for countless outdoor hikes. But Valle Camonica is also Wellbeing, in the modern spas of Boario and Angolo, and Flavours thanks to a rich basket of typical products and recipes from the Camunian tradition.

This and much more is waiting for you in Valle Camonica, the Valley of Landmarks!


Associazione Bande Musicali Bresciane

L’associazione Bande Musicali Bresciane A.B.M.B. ha il proprio bacino di utenza principalmente nella provincia di Brescia. E’ stata fondata il 16 settembre 1998 per iniziativa di venti Associazioni musicali; nel corso del tempo è riuscita ad ottenere la fiducia di molte Bande ed a oggi conta molte decine di gruppi attivi. Nel libro ufficiale dei soci risultano iscritti precisamente 123 Associazioni.

L’Associazione Bande Musicali Bresciane ha impostato all’inizio la propria attività nell’assistenza nei confronti dei propri soci verso gli obblighi di carattere fiscale e burocratico. Si è dotata di una struttura in grado di supportare le Bande ad intraprendere un cammino corretto di fronte alle incombenze relative agli adempimenti legali. Un team di esperti del settore è stato allestito allo scopo di rispondere ai quesiti più impegnativi ed allo scopo di affiancare ogni gruppo quando ne fosse fatta richiesta.

Nel corso di vent’anni di attività A.B.M.B. ha raggiunto traguardi molto importanti, ma ora si sta organizzando per prepararsi al meglio alle sfide che la attendono nell’immediato futuro.

L’Associazione è ben conscia che il mondo bandistico è in estrema evoluzione: l’organizzazione di una Banda Musicale non può essere quella di vent’anni fa: è necessario che il gruppo dirigente sia capace, attento ed intraprendente e si doti di un apparato costituito da personale con preparazione specifica per il ruolo che deve ricoprire.

Il volontariato rimarrà sempre alla base dell’organizzazione, ma volontariato non deve costituire alibi ed essere sinonimo di impreparazione; A.B.M.B. si è strutturata in modo tale da mettere a disposizione dei propri associati tutti quegli strumenti necessari per organizzare una Banda Musicale secondo criteri moderni, allineati alla normativa vigente, ma anche in grado di sviluppare una tensione positiva verso la qualità. E’ necessario che il mondo bandistico crei un proprio pubblico che ami il prodotto che viene offerto, liberando le Bande Musicali dai preconcetti che aleggiano nell’inconscio collettivo di incompetenza e sufficienza.

A.B.M.B. è parte attiva della federazione nazionale del Tavolo Permanente che raccoglie adesioni su tutto il suolo nazionale, dalla Sicilia sino al Trentino Alto Adige, dalla Valle d’Aosta al Veneto. La federazione del Tavolo Permanente mette a disposizione, non solo dei propri associati, ma di tutto il mondo bandistico una serie di strumenti utili per la propria attività.

Tra questi strumenti ci sono le linee guida utili per la classificazione dei complessi musicali, linee guida elaborate da un team di esperti che hanno lavorato al progetto per oltre tre anni. Ci fa piacere che tali linee guida siano state utilizzate anche all’interno di questo Bando a cui la nostra Associazione ben volentieri ha concesso il patrocinio.

Il presidente

Dario Lorenzi

Grazie all’ Associazione Bande Musicali Bresciane per aver fornito il patrocinio al Concorso Internazionale di Composizione “Inno della Valcamonica”.

Alla federazione del Tavolo Permanente per l’egregio lavoro sulle linee guida utilizzate nel bando.


L’Associazione Nazionale Bande Italiane Musicali Autonome è una associazione alla quale aderiscono:

  • Complessi Bandistici
  • Società Filarmoniche
  • Gruppi Corali
  • Gruppi Folkloristici
  • Complessi Musicali e Strumentali

costituiti ed attivi sul territorio nazionale.

Anbima è presente, nella sua conformazione a livello:

  • Nazionale
  • Regionale
  • Provinciale

Anbima è stata costituita nel 1955 ed ad oggi conta 61553 soci e 1251 UdB  (Unità di Base)

Anbima promuove la crescita a tutti i livelli dei propri soci e direttivi, valorizzando le esperienze presenti nelle singole Unità di Base e supportandole con attività formative specifiche quali:

  • Riunioni in presenza o webinar sulla nuova realtà del terzo settore
  • Masterclass di Strumento
  • Masterclass di Direzione
  • Corsi per Capo banda
  • Corsi di Marching Band

Inoltre Anbima sta progettando la costituzione di:

  • Bande Giovanili Provinciali
  • Bande Giovanili Regionali
  • Banda Giovanile Sinfonica Nazionale (BGSN)

per i giovani musicisti di tutta Italia.

Anbima Brescia è il braccio territoriale dell’associazione che vuole fortemente appoggiare i progetti di cui sopra, iniziando a dare vita in questo ultimo anno alla Banda Giovanile Provinciale. Si vuole accogliere la grande ambizione di Anbima sostenendo già a livello provinciale la formazione della banda giovanile, per poi collaborare con gli ambiti regionale e nazionale. Questa è una grande opportunità per i nostri ragazzi che, mettendo in campo passione, capacità ed impegno possono avere l’occasione di fare un’esperienza unica nel panorama musicale amatoriale.

La Banda Giovanile Sinfonica Nazionale nel 2021 si è esibita al teatro del Maggio Musicale Fiorentino (teatro comunale di Firenze) ed è stata presentata alla Camera dei Deputati in occasione del “Premio Natale 2021”

Anbima Brescia patrocina il Concorso Internazionale di Composizione per Banda organizzato dal Liceo Musicale C.Golgi di Breno, con il quale ha avuto nel 2021 già una collaborazione per organizzare una Masterclass di strumenti propedeutica appunto al progetto “Banda Giovanile Provinciale”. Il progetto è gratuito ed aperto a tutti i ragazzi iscritti e non in quanto Anbima crede nel grande valore che la musica ha, con il suo linguaggio universale, di UNIRE.

Presidente Anbima Brescia

Scolari Paolo

Grazie all’ Associazione Nazionale Bande Italiane Musicali Autonome di Brescia per aver fornito il patrocinio al Concorso Internazionale di Composizione “Inno della Valcamonica”.


Nel 2002 alcuni presidenti delle Bande di Valle Camonica ebbero l’idea di coordinare le proprie attività sul territorio affidandone il compito ad un organismo che le rappresentasse tutte:

l’ UNIONE BANDE MUSICALI DI VALLE CAMONICA.

            L’Associazione aiuta ogni singola banda ad affrontare e risolvere al meglio le problematiche tipiche di un corpo bandistico, organizza corsi di perfezionamento, incontri con musicisti e compositori di fama, coordina le attività svolte sul territorio della Valle Camonica e collabora nella ricerca di sostegni finanziari per le manifestazioni particolarmente impegnative, il tutto in buona armonia e collaborazione, senza invidie o campanilismi.

            Le Bande svolgono un ruolo sociale e solidaristico di notevole impegno e chi vi partecipa viene educato al senso civico, al rispetto delle regole, delle capacità e del lavoro degli altri, all’amore verso la società alla quale viene offerta la musica appresa; attualmente le Bande Camune insieme vantano un ragguardevole organico di oltre 800  strumentisti e promuovono corsi propedeutici con circa 400 allievi , indubbiamente  un esempio e un attivismo fra i pochi a livello nazionale ed una particolare attenzione viene rivolta ai giovani che rappresentano il futuro della musica, organizzando ogni anno il “RADUNO DELLE BANDE GIOVANILI“ giunto alla decima edizione.

Nel 2013 in ricorrenza del 200° anniversario della nascita di Giuseppe Verdi e di Richard Wagner, nel mese di agosto, a Edolo venne organizzato il raduno delle Bande dell’Associazione culminato con un concerto tenuto da oltre 100 musicisti in rappresentanza di tutte le bande, diretti dal maestro Pietro Damiani.

            Nel 2015, anno del centenario dell’inizio della Prima Guerra Mondiale, l’Unione Bande Musicali di Valle Camonica ha organizzato due appuntamenti di notevole impegno e di grande risultato: a Ponte di Legno ad Agosto ed il mese successivo presso le  Terme di Boario con l’esecuzione di un concerto per Bande e Cori dal titolo “Suoni e Voci dalla  Grande Guerra … per non dimenticare diretto dal maestro Pietro Damiani, che ha visto presenti 3 Cori maschili e ben 11 Bande; anche in questa occasione oltre cento  bandisti  hanno eseguito brani ispirati alla triste ricorrenza.

            In occasione dell’evento di risonanza mondiale “THE FLOATING PIERS“ numerose Bande dell’Associazione hanno collaborato con TRENORD intrattenendo i Passeggeri esibendosi presso alcune delle principali stazioni ferroviarie

            Nel 2016 all’UNIONE BANDE MUSICALI DI VALLE CAMONICAè statoassegnato il “PREMIO IMPRONTA CAMUNA“: un prestigioso riconoscimento per l’impegno, la professionalità e l’alto valore sociale ricoperto dai vari sodalizi.

            Nel mese di settembre 2017 è stata organizzata la manifestazione “LE BANDE DI VALLE CAMONICA ALL’ARENA DI VERONA” dove i componenti di dodici Bande all’unisono si sono esibiti in un concerto all’interno della prestigiosa Arena.

Nel 2018 venne pubblicato il volume “COMPOSITORI CAMUNI DI MUSICA PER BANDA” dando risalto alla biografia ed alle opere dei nostri conterranei. Domenica 4 Novembre dello stesso anno un gruppo di oltre cento Bandisti, diretti dal maestro Pietro Damiani, in rappresentanza delle Bande di Valle Camonica ha tenuto un CONCERTO AL TEATRO GRANDE DI BRESCIA su invito del Prefetto di Brescia in occasione della giornata conclusiva di tutte le cerimonie commemorative in ricordo del 100° anniversario della fine della Grande Guerra: una partecipazione di grande impegno musicale ed organizzativo ed anche in questa occasione, in un teatro gremito di pubblico, le Bande Camune hanno rappresentato con onore la Valle Camonica.

Nel 2019 una compagine tutta al femminile composta da oltre cento Bandiste si è esibita con successo nel “CONCERTO IN ROSA”, uno spettacolo promosso per una raccolta fondi in favore dell’associazione ANDOS.

L’avvento della nota pandemia da COVID-19 ha imposto una battuta d’arresto a tutte le Bande che allo scopo di salvaguardare l’incolumità dei propri Associati ed in ottemperanza alle norme sanitarie in essere, hanno sospeso le proprie attività fino a Giugno 2021 quando, approfittando della momentanea sospensione delle restrizioni e spinti dal desiderio di ritorno alla normalità hanno tenuto un concerto “OMAGGIO A ENNIO MORRICONE” diretti dal maestro Michele Mangani  nella grande piazza di Pisogne gremita di pubblico.

L’attività delle Bande è sostenuta esclusivamente dal volontariato e le manifestazioni sono possibili anche grazie al contributo della Comunità Montana di Valle Camonica che da anni ci sostiene.

            All’ UNIONE BANDE MUSICALI DI VALLE CAMONICA partecipano le Bande di: Angolo Terme, Bienno, Borno, Breno, Cevo, Demo, Darfo B.T., Esine, Gianico, Malegno, Ono S. Pietro, Piancamuno, Pisogne, Sonico, Vezza d‘ Oglio, Pezzo e la Fanfara di Valle Camonica.

Paolo Lascioli

(Presidente Unione Bande Musicali di Valle Camonica)

Grazie all’Associazione Unione Bande Musicali di Valle Camonica per aver fornito il patrocinio al Concorso Internazionale di Composizione “Inno della Valcamonica”.


Altre bande che operano sul territorio della Vallecamonica

La Banda Musicale Capontina nasce nel 1908 per iniziativa del Dr. Egidio Tempini e del Maestro Simone Salvetti di Breno.
Dopo una sosta forzata, dovuta alla Grande Guerra, riprende la propria attività nel 1928 sotto la guida del Maestro Bortolo Ghetti,
che la dirige fino al 1985 con passione e dedizione esemplari.
In seguito alla scomparsa dell’anziano Maestro, le sorti della banda sono rette provvisoriamente dalla Signorina Amalia Maffessoli,
finché nel 1988 inizia la collaborazione con l’attuale Maestro Roberto Giacomelli di Breno.
Di anno in anno l’organico aumenta fino agli attuali sessanta elementi che, nonostante il naturale ricambio,
si mantiene pressappoco costante e colloca la Banda Capontina ai primi posti come numero di componenti, fra le Bande non solo bresciane.
Gli Strumentisti provengono oltre che da Capo di Ponte, anche dai paesi limitrofi e si riuniscono di norma due volte la settimana per le prove musicali,
ed entrano a far parte del corpo bandistico dopo aver frequentato la scuola d’orientamento musicale (attualmente formata da ben 35 allievi), autogestita dalla Banda
con l’aiuto di insegnanti qualificati ed alla quale ognuno può iscriversi in qualsiasi momento dell’anno senza limitazioni d’età.
Da sempre la Banda presta servizio in occasione di inaugurazioni, feste civili e religiose ed organizza con successo il Concerto di Natale a conclusione di ogni anno, al quale partecipa un pubblico sempre più numeroso. L’acquisto degli strumenti, il mantenimento delle divise e le varie spese vengono sostenute grazie al contributo del Comune, all’aiuto di alcuni Sponsor e dai Soci che, rinnovando la tessera annuale di 10 Euro, contribuiscono al buon funzionamento della Banda.
Gli strumentisti, in maggioranza giovani, aderiscono alla Banda ed ai servizi senza alcun compenso, all’infuori della soddisfazione di poter essere parte attiva
in un gruppo affiatato ed in grado di ben figurare in qualsiasi occasione

facebook: Banda Musicale Capontina “Cav. Uff. Bortolo Ghetti”

instagram: banda musicale capontina

canale youtube: Banda Musicale Capontina 1908

e-mail:bmcapontina@hotmail.com


La banda musicale di Artogne nasce da un’idea e dalla volontà del sindaco di Artogne: Quetti Simone nell’ottobre 2003 con ca. 30 iscritti (ragazzi ed alcuni genitori) seguiti dal maestro Guido Poni; nel luglio del 2004 viene costituita la Associazione, con Presidente Giovanmaria Quetti.

Una particolarità di questa banda è che la presenza degli adulti ai corsi e nella banda stessa è una conseguenza della frequenza dei giovani, non il contrario, come solitamente avviene; infatti, sono stati i ragazzi a coinvolgere in questa esperienza i loro familiari adulti (genitori e non solo).

La prima esibizione risale all’ottobre 2004: una piccola esibizione presso le Scuole Elementari, mentre il primo concerto ufficiale avviene sempre nel 2004 e coincide con la ricorrenza di Santa Lucia presso l’Oratorio.

Dopo un periodo di forte impegno, volto ad aumentare la qualità degli allievi-musicanti ed il numero degli stessi, la banda propone due concerti: il primo ad ottobre 2005 tenuto nella Chiesa Parrocchiale e commissionato dal locale gruppo Alpini (importante sostenitore) e l’altro nella palestra comunale a dicembre 2005 per le scuole di Artogne.

Il 2006 vede altri momenti significativi: l’assegnazione del 9° “Memorial ROBERTO BIANCHI” al Maestro Guido Poni “per aver tenacemente voluto la Banda e la Scuola Musicale di Artogne da Lui diretta” ed il primo “Concerto di S. Cecilia” il 22 novembre, destinato a divenire una importante tradizione annuale per la comunità artognese.

Nel 2008 la banda si esibisce in uno spettacolo originale, dal titolo “ARTOGNE E DINTORNI”. L’occasione è fornita dalla partecipazione al concorso bandistico “PREMIO GIOACCHINO VARANI” di Fidenza (PR).

Nel 2009 la banda presenzia, sia in Belgio che ad Artogne, alle manifestazioni civili in occasione del gemellaggio con Courcelles. Il raduno bandistico di Lissone ed il raduno di Busseto sono invece  il punto culminante delle attività dall’anno 2010.

Inizia, poi in quest’anno, il tradizionale Concerto delle Tre bande: Artogne, Gianico e Malegno. Altro appuntamento fisso annuale che prende forma è il Concerto per il Punto d’Incontro (circolo anziani).

Nel 2013 si avvia una collaborazione con la scuola primaria e con la Biblioteca Civica di Artogne che sfocia nella realizzazione dello spettacolo “… oltre il vento” dedicato alle vittime della Shoah.

Dallo stesso sodalizio nel 2014 viene realizzato il concerto – spettacolo “25 aprile popoli e libertà”.

La collaborazione con la scuola elementare permette di inscenare l”AIDA” di Giuseppe Verdi e di realizzare una fiaba musicale originale dal titolo “La magia della Musica”.

Nel 2014 i musicisti tengono un importante ed apprezzato concerto nello splendido scenario  di Piazza della Signoria a Firenze; inoltre, nell’ambito dei festeggiamenti per il decennale di fondazione, la banda si esibisce in due concerti con il cantante dialettale bergamasco Il Bepi.

Nel 2015 viene eletta presidente Tiziana Ottelli e la banda è impegnata in:

  • raduni bandistici (Ponte di Legno e Borno)
  • a giugno, la banda presenzia alle manifestazioni organizzate dall’ONU a Milano presso il Castello Sforzesco in occasione della giornata mondiale contro lo sfruttamento minorile;
  • a novembre gemellaggio musicale con la banda di Velletri a Valmontone (Roma) e nell’ambito dei festeggiamenti per il 60° di fondazione dell’ANBIMA, esibizione presso la Basilica Vaticana durante la funzione religiosa (accompagnando il coro della Cappella Sistina diretto da Mons. Frisina) ed in Piazza San Pietro prima dell’Angelus di S.S. Papa Francesco.

Nel 2016 a Maggio la banda accompagna gli Alpini all’adunata Nazionale ad Asti.

Il 2017 vedrà la banda impegnata nella realizzazione del Concerto di Santa Cecilia, nel gemellaggio con la Banda musicale di Solarolo (Ravenna), nel Concerto a Tignale del Garda (Brescia) , nell’organizzazione di una Masterclass  per direttori di banda e orchestra denominata DIRIGIAMO 2017, nell’ adunata degli Alpini a Casirate d’Adda, nell’adunata nazionale degli Alpini a Treviso e nel servizio a Gardaland. La banda Musicale accompagna i bambini della Scuola Primaria nello spettacolo “Pierino e il Lupo”.

Nel 2018 le attività in programma sono tante: Il servizio a Gardaland, la partecipazione all’adunata nazionale degli Alpini a Trento, Il concerto con tutti i Bambini della scuola Primaria, a completamento del progetto scolastici tenuto dal maestro Guido Poni e dall’esperta Sabrina Andreoli, il consueto concerto annuale per il Punto d’Incontro e il Concerto di Santa Cecilia.

Il 2019 è l’anno del Decennale della Madonnina di Gianico, dove la banda accompagna la processione e allieta i visitatori durante questa importante manifestazione. Inoltre, la banda si vedrà protagonista in un’emozionante gita di tre giorni in Sicilia, in provincia di Messina: qui ha tenuto un concerto nel comune di San Marco d’Alunzio e, il giorno seguente, si è vista partecipe della sfilata della festa patronale di San Calogero nel comune di San Salvatore di Fitalia insieme al Complesso Bandistico Vincenzo Bellini.

L’anno tragico del 2020 non ferma la banda che, nonostante la pandemia, registra con i musicisti a distanza dei brani, in particolare La Val Camonica, durante la primavera in memoria delle vittime causate dal COVID e Jingle Bells, nel periodo Natalizio in augurio di buone feste; questi brani non solo sono stati diffusi nei social, ma sono anche stati trasmessi nelle televisioni locali.

Nel 2021 viene eletto presidente Roberto Cotti Piccinelli e la banda rimane attiva nonostante il continuo dell’emergenza sanitaria: attua due concerti ormai tradizione: Note in Amicizia in collaborazione del Punto d’Incontro all’Oratorio di Artogne e il Concerto di Santa Cecilia nella palestra comunale.

La banda attualmente è composta da circa 40 elementi e dispone di una scuola di musica alla quale sono iscritti una ventina di allievi (ragazzi e adulti).

L’attività bandistica non si limita al solo aspetto concertistico e musicale, ma altresì vuole promuovere un clima dove si coltivano valori quali: la perseveranza, l’impegno, il rispetto, e il piacere della condivisione di esperienze significative e formative in uno spirito di aggregazione.

Nome e cognome presidente: Roberto COTTI PICCINELLI                           

Nome e cognome maestro: Guido PONI